The poet and the boy (Corea, 2017)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

The Poet and the Boy, prima opera del regista Kim Yang-hee, è ancora una volta un film sulla non-accettazione sociale dell’omosessualità in Corea, dove l’omosessuale è stigmatizzato come “pervertito” e l’impulso omoerotico è ancora sentito come inaccettabile. Nonostante il tema della bellezza e della poesia prevalga in tutto il film, il peso delle convenzioni sociali è il motore spesso nascosto che determina lo svolgimento delle azioni e il loro sbocco finale.
Il protagonista di The poet and the boy vive di poesia, nel senso più alto e spirituale: ogni cosa è illuminata, per lui, dalla luce della bellezza e dell’arte poetica, e sono i suoi versi ad accompagnare tutta la narrazione del film. Attraverso la bellezza del giovane Se-youn (ogni riferimento al Tadzio di “Morte a Venezia” è legittimo), il poeta tocca il lato oscuro del mondo e può finalmente affermare che “il mondo si è trasformato in poesia”.

Protagonista assoluto è il grande attore e regista Yang Ik-june, che ha diretto film come Breathless [2008] oltre alle numerose interpretazioni caratterizzate dal suo impegno umano e sociale: No regret (2006), Set me free (2014), A quiet dream (2016).
Attraverso le poesie del poeta Taek-gi e l’evoluzione dell’ambiguo rapporto tra l’uomo e il ragazzo, l’interpretazione di Yang Ik-june riesce a suggerire qualcosa del mondo interiore del poeta, i cui occhi si aprono di nuovo per mezzo della bellezza angelica del ragazzo.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

The blue hour (Thailandia, 2015)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film    MEGA link

 

Titolo originale: อนธการ – Onthakan (Burocrazia)
Regia: Anucha Boonyawatana
Sceneggiatura: Anucha Boonyawatana, Waasuthep Ketpetch

The Blue Hour (อนธการ, Onthakan) è un film thailandese del 2015 diretto da Anucha Boonyawatana, al suo esordio da regista. Si tratta di una versione estesa dell’episodio finale della serie televisiva “Phuean hian.. rongrian lon” (ThirTEEN Terrors), serie antologica di tredici episodi autoconclusivi incentrati su temi dell’orrore, ognuno con personaggi e trame diverse. L’ultimo episodio, “The Blue Hour“, è una versione ridotta dell’omonimo film, andato in onda pochi giorni prima dell’uscita vera e propria del film.
Il titolo del film fa riferimento alla cosiddetta “ora blu“, un particolare momento della giornata in cui la luce morente non ha ancora ceduto il passo all’oscurità, oppure l’alba nascente non ha ancora vinto sulla notte. È un istante magico in cui il paesaggio sembra sospeso in una dimensione irreale, e tutto si tinge di blu.

The blue hour è una storia d’amore soprannaturale fra un ragazzo solitario vittima di bullismo, Tam, e il suo coetaneo Phum, incontrato in una fatiscente piscina stregata. La storia si apre in un luogo e in un momento che evocano il colore cruciale. Nella luce bluastra del crepuscolo i due ragazzi si ritrovano vicino alla piscina, apparentemente avendo organizzato l’appuntamento su internet.

Phum rivela che la terra della sua famiglia è stata rubata e i nuovi amanti immaginano una vita perfetta insieme sulla terra contesa. Infestato da una presenza spettrale, Tam lotta per rimanere in contatto con la realtà.
Selezione ufficiale al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2015 nella sezione Panorama.

Leggi il resto di questa voce

Marvin où la belle éducation (Francia, 2017)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Marvin ou la Belle Éducation è un film drammatico francese realizzato da Anne Fontaine, e ispirato al romanzo autobiografico di successo Il caso Eddy Bellegueule, pubblicato in Francia nel 2014.
Autore del romanzo, e coautore della sceneggiatura del film, è Édouard Louis, scrittore ventunenne alla sua prima pubblicazione, nato come Eddy Bellegueule nella Francia del Nord da una famiglia della classe operaia: suo padre disoccupato e la madre che non ha mai lavorato. La povertà, il razzismo, l’alcolismo con cui si è confrontato nella sua infanzia e la sua classe sociale sono il punto di partenza della sua opera letteraria. Nel 2013 ha ottenuto di poter cambiare nome e diventare Édouard Louis.

Il film aderisce solo in parte alle vicende del romanzo, da cui trae spunto per vicende che rispecchiano solo l’infanzia e la prima giovinezza di Eddy Bellegueule-Édouard Louis.
Nel film il protagonista si chiama Marvin Bijoux, e vi si narra la sua infanzia in un villaggio rurale nei Vosgi, segnata dalla povertà materiale e culturale e dai maltrattamenti legati alla sua omosessualità. In seguito, trasferitosi a Parigi e cambiato il nome in Martin Clément, si sforza di costruirsi un destino grazie al teatro.


Determinante per il destino del giovane Martin Clément è l’incontro con la grande attrice Isabelle Huppert, che nel film interpreta un personaggio con il suo stesso nome, con la quale crea uno spettacolo attraverso il quale troverà il coraggio di narrare la sua storia.

Leggi il resto di questa voce

Toast (UK, 2010)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Film tratto dalle memorie autobiografiche di Nigel Slater, cuoco e divulgatore di cucina in TV, il quale appare in un cameo alla fine del film fronteggiando il sé stesso adolescente, oltre ad averne curato la sceneggiatura. Nigel Slater è uno dei più popolari ed amati critici gastronomici e cuochi del Regno Unito, sempre presente nelle classifiche dei bestseller e in televisione. Quella per il cibo è per lui una vera e propria passione, più che un semplice lavoro, un amore sbocciato in tenera età e sempre coltivato con dedizione continua.
La tematica principale del film non è l’omosessualità, anche se scorre sotto traccia per tutta la storia, ma la cucina e la passione di Nigel per il cucinare, inteso anche come strada per arrivare al cuore delle persone.

Insieme alla cucina il giardinaggio è l’altra passione che si rivela nel film, attraverso la precoce storia d’amore con un avvenente giardiniere. Tutto questo si coniuga nelle sue più famose serie TV per la BBC, nel quale le ricette vengono realizzate all’aperto, in un orto-giardino che fornisce direttamente gli ingredienti per i piatti.

Leggi il resto di questa voce

The houseboy (USA, 2007)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Anche di The houseboy avevo pronta la traduzione da anni, senza mai decidermi a pubblicarlo sul blog. Nel rivederlo, ho pensato che il momento migliore per lanciarlo fosse il Natale, avendo come fulcro della sua vicenda il “Christmas Eve“, la vigilia di Natale.
Ma non bisogna farsi ingannare: il Natale c’entra in quanto periodo che in molte persone suscita sentimenti di abbandono, desolazione e tristezza, per combattere i quali il protagonista Ricky si incontra con numerosi uomini, e ritrovandosi presto in una situazione che non riesce più a controllare, fra party con droghe, ragazzi disperati e il suo desiderio disperato di farla finita.
Comunque, essendo pur sempre un film di Natale, un qualche happy end è assicurato!

Sul web si trova traccia del fatto che nel 2010 il film è servito da base per un adattamento teatrale, a cura del regista e scrittore Massimo Stinco, presso il Colosseo Nuovo Teatro di Roma (intervista all’autore).

Leggi il resto di questa voce

Órói – Jitters (Islanda, 2010)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Órói, noto anche con il titolo internazionale Jitters, è un film islandese del 2010 diretto da Baldvin Zophoníasson.
Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival il 7 aprile 2011.

Dramma a tinte fosche e decisamente senza troppe speranze, Órói è ambientato in un’Islanda popolata da adolescenti perduti, figli di genitori distrutti, un panorama sociale inquietante e devastante che rispecchia il paesaggio dell’isola, un paese silenzioso e cupo, isolato dal mondo e chiuso nella sua bolla.
Gabríel vive la sua tranquilla esistenza di adolescente islandese tra festini a base di sesso ed alcool, amiche che vogliono suicidarsi e famiglie distrutte da divorzi, fughe, madri alcolizzate e nonne fuori di testa.
La sua vita piatta e noiosa viene però sconvolta da un viaggio studio in Inghilterra dove conosce Markús (che vive a due passi da casa sua) col quale si instaura un legame forte che si conclude con un bacio appassionato.
Al ritorno a casa Gabríel dovrà riconsiderare le sue priorità e soprattutto le sue emozioni. Ma prima della liberazione reale ci saranno ancora pesanti tragedie da affrontare.

Nota: avevo tradotto i sottotitoli per questo film diversi anni fa, senza poi pubblicarli sul blog. Il file era rimasto abbandonato in remoti hard disks non più usati, dimenticandomi poi di tutto. Per fortuna ne avevo salvata una copia su Opensubtitles.org, dove l’ho riscoperta e revisionata quando ho deciso (per la seconda volta!) di pubblicare il film sul mio blog.

Leggi il resto di questa voce

In between seasons (Corea, 2016)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Attenzione: a partire dal 27 novembre 2018 ore 9:00 è possibile scaricare di nuovo video e sottotitoli correttamente sincronizzati.
Chi ha scaricato le versioni precedenti non ne tenga conto. Grazie e scusate la svista

 

In Between Seasons (Hangul: 환절기 – Hwan-jeol-gi) è un film drammatico diretto da Lee Dong-eun, alla sua prima regia. Il film è il remake dell’omonima graphic novel scritta da lui medesimo. In realtà Lee Dong-eun era partito già con l’idea del film, ma la graphic novel si è rivelata un utile stadio intermedio prima dell’approdo finale al cinema.
Presentato per la prima volta al 21° Busan International Film Festival del 2016, ha vinto il Premio della Korea New Network (KNN).
Uscito per il pubblico in Corea nel febbraio 2018.
Il film è incentrato sulla sofferta relazione fra due giovani ragazzi, amanti e innamorati, e la madre di uno di loro, che al momento di una disgrazia occorsa al figlio arriva a scoprire quanto di lui le era fino a quel momento rimasto nascosto. Attraverso tutto il film i tre personaggi si trovano e si perdono continuamente, sino al finale nel quale finalmente sembrano trovare una sia pur provvisoria felicità.

La forza film è sta tutta nel modo in cui si sviluppa la fragile relazione tra la madre (Mee-kyung) e il fidanzato del figlio (Yong-joon): entrambi amano Soo-hyun (rispettivamente figlio e fidanzato) e vogliono che si riprenda, ma entrambi lottano senza sfuggire a esperienze dolorose attraverso le quali finiscono per crescere e accettarsi a vicenda.
Lee Won-keun, l’attore che interpreta la parte del fidanzato del figlio, ha fatto la parte del giovane poliziotto in La rete di Kim Ki-duk.

Leggi il resto di questa voce

Latter Days (USA, 2003)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Latter Days è un film USA del 2003 diretto da C. Jay Cox. Delicato film che miscela leggera ironia e romanticismo a tratti drammatico per raccontare una storia d’amore fuori dagli schemi, non tanto per il fatto che si tratta di due uomini, ma per il fatto che gli stessi si collocano geograficamente e culturalmente agli antipodi.
Una commedia romantica gay che nel tempo è divenuta un cult nel mondo omosessuale, in tanti abbiamo visto e apprezzato a suo tempo la versione doppiata in italiano, uscita con il titolo (ahimè) di “Inguaribili romantici“. La leggerezza della trama ( sceneggiatura non eccelsa e forzature melodrammatiche), e la pesantezza del doppiaggio hanno contribuito a molte critiche negative, che però secondo me non oscurano la forza emotiva della storia e la sua importanza per l’epoca: nel 2003 ha avuto il merito di aver dato piena consacrazione ad un amore gay normale, che non debba necessariamente portare a catastrofi, malattie e droga.


Nel frattempo sono cambiati anche i nostri gusti in fatto di cinema, ed una visione sottotitolata con audio originale è oramai ritenuta imprescindibile da un pieno apprezzamento dell’opera cinematografica. Anche per questa ragione ho voluto mettere a disposizione una traduzione italiana dei sottotitoli che ancora mancava, assieme ad un video di discreta qualità.

Leggi il resto di questa voce

Forgive and forget (UK, 2000)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Forgive and Forget è un film inglese realizzato per la televisione, trasmesso sulla rete indipendente ITV il 3 gennaio 2000. Il film segna il debutto televisivo dello scrittore Mark Burt, che ha scritto un soggetto raccolto dal produttore Simon Passmore e dal regista Aisling Walsh.
Le critiche sulla qualità del film non sono unanimi, soprattutto per il fatto che potrebbe essere associato ad una certa visione dell’omosessualità, non ancora debellata, per la quale una storia d’amore omosessuale è destinata a fallire e porta fatalmente alla rovina, quasi a dover scontare una colpa di fronte alla società e un peccato di fronte alle divinità.
In realtà, secondo me, il film è assolutamente valido come rappresentazione di una autentica passione amorosa, grazie soprattutto all’interpretazione appassionata dell’attore protagonista, Steve John Shepherd, che interpreta il giovane David, ed è comunque divertente e piacevole.

Il film è interessante anche per la rappresentazione di un coming out all’interno della working class inglese, intrisa di machismo e omofobia. È una storia di tradimento, confusione e diniego ma alla fine si tratta solo di amore. È un triangolo amoroso con una svolta, dopo la quale ognuno dei tre personaggi principali emerge profondamente cambiato.

Leggi il resto di questa voce

Gods’s own country (UK, 2017)

Standard
Sottotitolo italiano    MEGA link                     Download film     MEGA link

 

Gods’s own country è la prima regia cinematografica di un attore, Francis Lee, già visto in alcune serie tv (Heartbeat, Casuality, L’ispettore Barnaby). Il regista ha detto di aver girato il film nella casa dove ha passato l’infanzia e che la famiglia possedeva da anni, e di aver voluto rappresentare un amore gay all’interno di un ambiente rurale a forte caratterizzazione naturalistica da lui conosciuto molto bene.
Si tratta di un allevamento posto a Laycock, nella regione dello Yorkshire in Inghilterra, dove tra l’altro è in uso un dialetto piuttosto ostico per chi conosce solo l’inglese corrente. Il paesaggio arido e freddo del West Yorkshire è intriso di una luce fredda e tersa, dove i corpi degli uomini, piegati sulla terra, sembra siano chiamati solo a soffrire. Il protagonista Johnny non ha scelta: nonna e il padre contano su di lui per riparare le staccionate, accudire il gregge, far sopravvivere gli agnelli. Johnny non ha tempo da perdere, nemmeno per amare, almeno fino al giorno in cui alla fattoria arriva Georghe, un lavoratore stagionale rumeno della sua età. Pieno di valori positivi, il ragazzo rimette in piedi la fattoria e insegna a Johnny l’amore e la tenerezza.

Nel maggio 2018 è uscito in Italia con il titolo “La terra di Dio“, ho volutamente ritardato la pubblicazione dei sottotitoli per non danneggiare la sia pur modesta diffusione nei cinema.
Sono molte le similitudini che potrebbero ricordano la storia dei cowboys Jack e Ennis di Brokeback mountains, ma la maggiore sicurezza di Johnny e Georghe ci fa capire che molti anni sono passati dai tempi di quel film. L’omosessualità tragica dei due protagonisti non è stavolta al centro del racconto, che accompagna invece la crescita psicologica e sentimentale del suo protagonista Johnny.

Leggi il resto di questa voce